De Laurentiis: "Ho fatto una richiesta alla Lega. Cori razzisti? Degrado culturale dei politici"

Altre parole del presidente Aurelio De Laurentiis, rilasciate a Sky Sport questa sera

 
@ sscn De Laurentiis

VENERDÌ 12 LUGLIO 2019 ORE 21:20

Il presidente Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport. Ecco un estratto sui cori razzisti e sullo stadio: "Domani contro il Benevento tornerà Maggio, ho una sorpresa per lui che non voglio svelare. Io lavoro solo sul Napoli e il resto non m'interessa. Lavorare con noi mezz'ora fa venire il mal di testa. I cori razzisti? Il degrado culturale deriva dai nostri politici, chiudono gli occhi e guardano altrove. Succede da una vita, glielo diciamo ma loro se ne fregano. Al San Paolo abbiamo le telecamere, ho installato un sistema per risalire a chi è stato, a chi lancia oggetti, chi spara, chi fa cori, bisogna vedere se le istituzioni poi vogliono fare il loro dovere o meno. Se tutti gli altri presidenti attuassero la mia politica, non ci sarebbero più cori. Il San Paolo? Spero che Basile mi consegni gli spogliatoi nuovi entro il 6 agosto, non bisogna lavorare di faccia ma di pancia. Ho chiesto di giocare in casa dalla terza giornata, oltre non si può andare. Si devono dare una mossa anche loro."