De Laurentiis: "Insigne non sia infantile, ormai è un uomo! Albiol andava accontentato"

De Laurentiis commenta il comportamento ed il futuro di Lorenzo Insigne e le ultime mosse di calciomercato Napoli

 
de laurentiis

VENERDÌ 12 LUGLIO 2019 ORE 20:12

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni Sky dopo le prime dichiarazioni sulla trattativa per James Rodriguez (clicca qui per leggere). Ecco le parole del presidente del Napoli: "Mi immagino un Napoli sempre più competitivo visto che l'asticella del campionato italiano si è alzata. Sarri alla Juventus, Conte all'Inter, il Milan che si è rinforzato, Fiorentina che si rinnova con la nuova proprietà, un Bologna con un tecnico di livello, Genoa e Sampdoria che si rinforzano. Una continuità con Mazzarri al Torino. E' un campionato forte ed equilibrato, sicuramente più di Spagna e Francia".


Su Insigne: "E' un uomo, credo lo abbia capito. Non può più comportarsi in modo infantile. Capisco che in passato preferisse giocare in un certo modo, che non gli andassero bene certe cose. Deve mettersi a disposizione di un allenatore che ha dalla sua una grande esperienza e una grande onestà intellettuale. Napoli è casa sua, siamo felici di accoglierlo e a spronarlo per dare il massimo. Ha avuto stagioni felici, altre volte è stato scontento e ha reso di meno. Spero che sia l'annata della sua totale e straordinaria riconferma. Vorrei rivedere l'Insigne che ho visto in Nazionale".

Su Albiol: "E' un amico della famiglia Napoli, della mia famiglia. Ha appagato la mia richiesta per due anni, al terzo mi ha detto di voler andare altrove e non potevo dirgli di no".

Su Manolas: "Dovevo sostituire Albiol con un pezzo da novanta, siamo intervenuti con capacità e determinazione. Sono contento faccia parte della nostra rosa". Ecco le dichiarazioni riportate da tuttomercatoweb.