Napoli, assalto ad James: l'insidia è la concorrenza

 
James

GIOVEDÌ 13 GIUGNO 2019 ORE 7:55

E' James Rodriguez il rinforzo che De Laurentiis sta provando a regalare a Carlo Ancelotti. Il colombiano è un pupillo del tecnico che, senza neanche troppe difficoltà, ha strappato il sì al giocatore. Non a caso a condurre i contatti col Real Madrid è proprio il manager dell'attaccante, Jorge Medes. Con Ancelotti ha avuto il miglior rendimento - con un gol o un assist ogni 95 minuti circa - che poi non ha più ripetuto, anche se nell'ultimo anno ha pagato, oltre all'addio di Ancelotti, anche diversi infortuni ed un minor utilizzo. Napoli ed il suo vecchio allenatore potrebbero essere l'ideale a questo punto della sua carriera, dopo gli anni al Bayern in cui non ha avuto un ruolo da protagonista indiscusso.


Il Napoli ha garantito l'ingaggio da circa 6, 5mln di euro al giocatore, forse il passaggio più importante, e non sembra un ostacolo neanche l'investimento per il cartellino, considerando anche che - oltre ai 20mln dell'addio di Hamsik - il club ha tanti giocatori in uscita per provare a monetizzare, da Verdi a Inglese, ma anche Ounas, restando solo all'attacco. Il giocatore non rientra nei piani del Real Madrid che potrebbe cederlo più o meno per i 43mln di euro non sborsati dal Bayern per il riscatto e probabilmente il Napoli ha possibilità anche di strappare un prestito condizionato ad un numero di presenze. Il nodo sembra essere più che altro la concorrenza che potrebbe cambiare le carte in tavola: alla finestra c'è l'Atletico Madrid, ma forse i blancos preferirebbero indirizzarlo altrove, ed anche una possibilità United, come parziale contropartita perPogba, chepotrebbe far vacillare il giocatore. Il Napoli però c'è, vuole accontentare Ancelotti, consapevole che l'esito del trasferimento dipenderà anche da situazioni parallele - lo riporta  Tmw.