Repice: "Insigne non è Maradona ma è un giocatore coi fiocchi"

Il giornalista Francesco Repice ha parlato del ruolo di Lorenzo Insigne: le sue parole a Radio Crc

 
Repice

MERCOLEDÌ 12 GIUGNO 2019 ORE 13:36

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Francesco Repice, giornalista di Radio Rai:

"Pretendiamo sempre tantissimo da Lorenzo Insigne. Se riesci a trovare continuità, lo apprezzeremo di nuovo, perché è un giocatore coi fiocchi. Le sue dichiarazioni di ieri, stridono il resto della storia. Lui entra in campo e fa una buona partita qualsiasi ruolo abbia. Tutti i discorsi sul ruolo, per un giocatore che è una bandiera, vanno a farsi benedire, è un giocatore di grandissima tecnica. Numeri, schemi, lavagne, sono tutte cose di cui parliamo noi, ma negli spogliatoi non trovano spazio. Ancelotti sta sbagliando? No, non sbaglia mai. Ancelotti chiede ad Insigne di scalare sul terzino che gioca dall'altra parte. Nel primo tempo Insigne ha giocato male, come tutto il resto del reparto offensivo, perché lasciavano dei buchi in mezzo. Tutti i numeri 10 nel corso degli anni, hanno fatto le seconde punte: Baggio, Mancini, Totti, Del Piero. Se non riesci ad andare ad interdizione, per lo meno nascondi la traiettoria di passaggio, è questo che hanno sempre chiesto a Lorenzo. Non è Maradona, non ci si può permettere di averlo lì e fargli fare quello che vuole".