Carratelli: "Ancelotti ha fatto giocare tutti, questo ha aiutato per il secondo posto"

Il Roma ha analizzato la stagione azzurra, ormai sulla via della conclusione.

 
Carratelli

DOMENICA 19 MAGGIO 2019 ORE 12:50

L'edizione odierna de "Il Roma" ha analizzato questo finale di stagione degli azzurri. La compagine di Ancelotti se la vedrà con l'Inter per vendicare la sconfitta dell'andata. Ecco quanto scritto dalla storica firma, Mimmo Carratelli:

"Il Napoli concluderà stasera al San Paolo contro l’Inter il suo “anno eccezionale” come l’ha definito il presidente De Laurentiis alla cena senza beffe di fine stagione. Un omaggio al primo anno di Ancelotti “che ha fatto giocare tutti”. Giocando tutti, il Napoli si è confermato al secondo posto “che non era scontato” e, in questo, il presidente ha ragione perché, alla vigilia del campionato, nelle famose “griglie” di previsione degli esperti il Napoli era dato al quinto posto. Per il di più c’è poco da contare anche in futuro perché “la Juventus investe e si indebita più di noi”. Però qualcosa di meglio dovrà venire dopo quest’anno di apprendistato di Ancelotti. Il campionato riprende sotto lo choc del divorzio tra Juve e Allegri (sposerà Ambra?) e siamo tutti scossi. All’Inter è in arrivo Conte, Icardi rimane “perché l’Inter è la mia famiglia”. La Roma licenza De Rossi. Sono in vendita le due società genovesi. Si vivacizza nel finale una stagione noiosa e scontata. Stasera il Napoli gioca per l’orgoglio. L’Inter gioca per la classifica, è in corsa per la Champions (Juventus-Atalanta in contemporanea). L’Inter avrebbe più motivazioni, insidiata dall’Atalanta per il terzo posto e sotto la pressione del Milan e della Roma. Spalletti piazzerà due uomini (Vecino e Brozovic) davanti alla difesa a quattro (seconda migliore difesa del campionato), rinuncerebbe in partenza a Icardi preferendogli Lautaro Martinez, con Candreva, Nainggolan e Perisic a sostegno. L’Inter è una squadra fisica dal gioco a singhiozzo. Talvolta va e altre no, frenata per scarsa sicurezza nei proprio mezzi. Spesso la manovra si riduce alle sventagliate sugli esterni, con le sovrapposizioni dei terzini in soccorso delle ali, cross radenti in area per la punta centrale, ma anche inserimenti offensivi di Nainggolan e Vecino. Stasera potrebbe esserci aria di rivincita. In questo caso, l’Inter farà fatica a portar via punti dal San Paolo. Deciderà, soprattutto, la condizione fisica delle due squadre".