Luperto: "Voglio restare, l'anno prossimo faremo ancora meglio. Sarri? Mi ha cambiato"

Il difensore del Napoli ha rilasciato una lunga intervista

 
@ sscn luperto

VENERDÌ 17 MAGGIO 2019 ORE 13:27

Sebastiano Luperto, difensore del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

STAGIONE - "Quest'anno è stato molto importante per la crescita professionale. Il mister mi ha dato tanto ed ha saputo gestire i miei momenti migliori. Queste partite sono oro per me che non mi aspettavo di giocare. Spero di restare. Il mister aveva già le idee chiare in estate"

SECONDO POSTO - "Ci siamo ripromessi di finire nel migliore dei modi. Lo dobbiamo ai tifosi, allo staff e a noi stessi. Siamo contenti. Abbiamo fatto bene ma potevamo fare meglio in qualche partita. Rimpianti? Poteva essere gestita meglio la partita con l'Arsenal. Sfortuna? Se devi vincere l'Europa, prima o poi, la squadra difficile la devi prendere. Dovevamo gestirla meglio e curare i dettagli"


RUOLO - "La versatilità è importante nel calcio di oggi che sta cambiando velocemente. Saper fare due ruoli non è facile ma lo si deve fare se viene richiesto. Modulo? Stiamo lavorando sulle stesse idee di inizio anni magari migliorando nei movimenti e nella costruzione. La base è sempre quella"

INTER - "Troveremo una squadra agguerrita. Si stanno giocando la qualificazione in Champions ma noi siamo professionali e proveremo a vincere per vendicarci dell'andata"

PUBBLICO - "Ci serve e siamo contenti che ci sia molta agente a sostenerci"

LECCE - "Sarà una grande emozione tornare a casa"

BENITEZ, SARRI, ANCELOTTI - "Ancelotti e Benitez svolgono un calcio più interzionale, dunque molta intensità con la palla. Mentre Sarri mi ha migliorato tantissimo sulla fase difensiva, lui ha un'idea che non è facile da inculcare ma quando lo fa e tu ci riesci, ti si apre un mondo"

VERTICALIZZARE - "Verticalizzazione? Il mister ce lo chiede molto. Già dalla costruzione dal basso ci dice di portarla in avanti senza passaggi in orizzontale"

NAZIONALE - "Convocazione? Speriamo bene di fare un gran cammino a livello europeo. Spero per me e per Alex. In Nazionale maggiore? Speriamo presto, io sto lavorando duramente. Per quanto riguardo lo stage con Mancini ci ha fatto capire"

TIFOSI - "Il mio messaggio ai tifosi è di non mollare mai, noi ci stiamo provando e ci proveremo sempre. Sicuramente speriamo l'anno prossimo di fare meglio di quest'anno".