Pistocchi: “L'Ajax come il Napoli di Sarri, alla Juve manca lo stile di gioco"

Maurizio Pistocchi ha detto la sua in merito all'eliminazione della Juventus contro l'Ajax

 
Pistocchi

MERCOLEDÌ 17 APRILE 2019 ORE 12:26

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista di Mediaset: "Tutti amano giocare a calcio; c'è chi lo fa con un'idea forte e chi con una debole rispettivamente Ajax e Juventus. L'Ajax ha ricordato molto il Napoli di Sarri o il Barcellona di Guardiola. Avevo scritto sul mio account Twitter che la Juventus doveva difendere e accompagnare con tanti giocatori e in realtà, la seconda parte non l'ha fatta. L'Ajax è stata padrona e ha dominato durante tutta la partita, si vede la mano di Erik ten Hag che ha incontrato Guardiola. C'è un'idea di calcio forte, complesso. Per giocare così bene devi lavorare tanto e bene. Si nota il lavoro svolto dalle giovanili che addestrano giocatori con un'idea ben precisa. Il gioco aiuta le qualità, sempre.


La più grande differenza tra Ajax e Juventus sta nell'organizzazione del gioco. I giocatori della Juventus improvvisano mentre nell'Ajax, no. L'obiettivo, se ricordiamo le dichiarazioni di Agnelli, è fallito perché miravano alla vittoria della Champions League. La Juventus ha perso tante partite in Champions e ciò dimostra che il suo calcio non è competitivo a livello europeo. Quando, poi, sento che Allegri verrà riconfermato penso che passerà molto altro tempo prima di poter solo pensare di vincere la Champions. La società Juventus sta lavorando bene ma non ha ancora capito che manca un pezzo importante: lo stile di gioco".