THE WINNER IS - MILIK, nell'esultanza la rabbia di chi vuole il riscatto di Londra

Ecco il "vincitore" del match contro il Chievo: il bomber Arkadiusz Milik

 
@ miliktwitter the winner is

LUNEDÌ 15 APRILE 2019 ORE 12:37

Cari lettori di CalcioNapoli1926.it benvenuti nuovamente nella rubrica “THE WINNER IS”, quella che ha la scopo di decretare il “vincitore” della partita in base ad una serie di parametri molto variegati quali l’intelligenza, la bravura, il carattere, la tecnica, l’etica ma ci sarà anche spazio, lì quando ci sarà poco da gioire per la satira e l'ironia.

Il Napoli chiude la baracca di nome "Punti per salvarvi" e decide di non fare più l'elemosina. Tra Empoli e Genoa, i punti regalati a chi ne aveva più bisogno sono stati troppi e così Carlo Ancelotti con un semi ritiro da Londra porta la squadra direttamente a Verona, nessuno scalo a Napoli, come fosse una sorta di punizione e in effetti i frutti sono arrivati.

Il tecnico si è dimostrato realmente stanco delle prestazioni appannate e non all'altezza dei suoi (Londra compresa) e una bella strigliata di orecchie pare esserci stata in quanto il Napoli porta a casa i tre punti senza eccessiva difficoltà.


A sbloccare il match ci pensa il gigante buono che nelle ultime partite, in modo insolito, è stato protagonista sì, ma non come le altre volte. Il numero 26 infatti ultimamente è chiacchierato per le prestazioni non all'altezza: è apparso confuso, assente, troppi gli errori. Così Kalidou si riscatta da solo firmando una doppietta.

Il difensore apre e chiude le marcature ma al centro, a tipo sandwich, c'è un signor: ARKADIUSZ MILIK.

Il polacco decide di sana pianta di voler segnare: e lo fa! Al minuto 64' il connazionale Piotr Zielinski gli scarica la palla e il numero 99, neppure stando in area di rigore, si sposta la palla sul sinistro e sgancia una missibile: Sorrentino si getta ma è puro riflesso, la palla è imprendibile.

Con quest'ennesimo tiro il polacco si assicura il record della Serie A sui tiri da fuori area: Milik infatti è l'unico ad aver segnato ben 6 gol fuori da rettangolo delimitato.

Un'arma che pochi si sarebbero aspettati visto il metro e ottantasei centimetri dell'ex Ajax. Arkadiusz però dimostra di essere una risorsa in ogni parte del campo: che sia in area o fuori.

Una risorsa inestimabile Milik che con questo gol arriva a quota 20 gol nella stagione 2018-2019, con una media di 131 minuti per siglare una rete.

Anche l'esultanza è andata nell'occhio: anziché il solito sorriso (a volte indifferenza), si è vista una smorfia di rabbia. In solo gesto, Milik dimostra rabbia!

Probabilmente la rabbia di chi si è visto in panchina a Londra ed entrando al 65', con un Napoli in quello stato non ha potuto fare la differenza. La rabbia di chi si è vestito preferito ad altri nonostante la media realizzativa strepitosa degli ultimi mesi.

Arkadiusz Milik, urlando e stringendo i polsi più che mai, dimostra tutta la rabbia di chi vuole il riscatto contro l'Arsenal. E così come annuncia sui social, lui è carico e voi?!

di Claudia Vivenzio