Liguori: "La stampa è corrotta dai club. De Laurentiis la forza del Napoli"

Le parole del direttore del Tg com, Paolo Liguori, quest'oggi a Radio CRC

 
Liguori

SABATO 16 MARZO 2019 ORE 14:35

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Paolo Liguori, Direttore TgCom24: "La Roma con Ranieri non è quella migliore. Sa di essere una transizione. E' un tifoso ed è alla Roma per questo. Il mercato prossimo potrà essere puro sangue nel senso che potrebbero farci molto male oppure può contenere i danni. Zaniolo è sempre sul mercato. La Roma sono 4 anni che cede i suoi giocatori più importanti. Spalletti è arrogante e presuntuoso; è venuto a Roma per far smettere di giocare Totti. Godeva di buona stampa e nessuno vedeva i difetti; ora si iniziano a vedere all'Inter. L'informazione sportiva è corrotta; non tutta. La parola corruzione implica il rapporto tra editori, società, stampa. In questo modo i giornalisti scrivono non per il pubblico ma stanno attente alle società. Ad esempio, quando inizia una campagna contro Di Francesco c'è il chiaro obiettivo di mettere una pietra sopra sul mercato di gennaio. Ancora, il tavolo di scienziati riuniti per discutere la simulazione di Ronaldo è nato in un minuto ma non c'è dubbio che sia stata recitata una pantomima. Di Nicchi non parlo per non prendermi una querela. Il suo modus operandi si conosce. Se Rizzoli verrà rimosso mi può far dispiacere ma sono anche contento perchè non l'avrei messo in quel ruolo. Nei salotti televisivi, ormai, ci sono gli ex calciatori e gli ex allenatori per dare una parvenza di obiettività ma in realtà, viene coperta l'informazione. Pallotta è incapace di vincere. Il suo obiettivo è vendere i giocatori e fare lo stadio che, però, si è arenato. La mia opinione su De Laurentiis a Napoli è ottima perchè ha fatto fruttare la sua forza. Lavezzi è un po' la mia fissa ma con i soldi della vendita comprò Callejon che è straordinario; lo considero come Salah. E' sempre riuscito a vendere i giocatori al momento giusto come Higuain con la Juventus".


REDAZIONE