Udinese, Mandragora: "Da piccolo seguivo da vicino il Napoli, sfida all'Arsenal dal fascino unico"

Il centrocampista dell'Udinese Rolando Mandragora ha parlato a Il Mattino della sfida di domani al Napoli

 
udinese

SABATO 16 MARZO 2019 ORE 9:43

Rolando Mandragora, centrocampista dell'Udinese, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de Il Mattino soffermandosi anche sulla sfida di campionato contro il Napoli. Ecco quanto evidenziato: "Siamo nel momento chiave del campionato. La concentrazione e la determinazione faranno la differenza nelle prossime partite. Ma ce la faremo per la salvezza. Sono sempre stato appassionato di calcio, ovvio che crescendo a Napoli seguivo da vicino gli azzurri. A chi qualche volta mi domanda di Scampia, rispondo che pur nelle sue complessità è un posto bello da vivere e che porto nel cuore. Arsenal? È una sfida dal fascino unico, ma il Napoli è attrezzato per lottare ad armi pari con tutte le squadre dell’Europa League. Meret? Lo conosco bene, è un bravo ragazzo. Posso racchiudere il mio pensiero in una frase: 'Quando vieni al sud piangi due volte: quando arrivi e quando te ne vai'. Hamsik? Ho il rammarico di non vedere e incrociare più uno dei calciatori che apprezzo di più per valori tecnici e umani. Non a caso è stato una bandiera per il Napoli".