FOCUS - Zurigo, la miglior arma è la difesa: con un Sertic in più

Ecco un focus sullo Zurigo, prossimo avversario in Europa League del Napoli

 
Zurigo

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO 2019 ORE 16:22

Qualche mese fa vi avevamo parlato così dello Zurigo (leggi qui), prossimo avversario del Napoli in Europa League: ovvero come di una squadra che, nonostante l'offensivo modulo come il 4-2-3-1 adottato il più delle volte, faceva della stabilità difensiva la sua miglior arma. Le cose sono sostanzialmente rimaste invariate e gli svizzeri in campionato godono ancora della seconda miglior difesa anche se il rapporto di gol subiti al minuto è un po' peggiorato. O meglio, è peggiorato per quel che riguarda le gare in trasferta, perché al Letzigrund da un mese e mezzo a questa parte hanno subito 1 sola rete. Il che lascia intendere come giovedì per il Napoli, nonostante la vasta differenza di qualità, non sarà di certo una passeggiata, perlomeno per gli attaccanti.


Oltre ai già descritti Benjamin Kololli, mediano dai piedi buoni, e Stephen Odey, giovane attaccante dal grande talento, a gennaio si è aggiunto anche Gregory Sertic. Per lo Zurigo è un innesto di grande esperienza, viste le oltre 100 presenze in Ligue One tra Bordeaux (con cui ha vinto anche campionato e Supercoppa) e Marsiglia, ed oltre 20 apparizioni in campo europeo. Il 29enne è un centrocampista molto grintoso che però non disdegna troppo la visione di gioco e può rivelarsi un valore aggiunto.

Giovedì gli azzurri dovranno essere abili nel farsi beffe del centrocampo avversario, puntando nella rapidità d'azione e nel fraseggio per portarsi in area avversaria perché dall'altro lato di certo non tireranno il piede se ce ne sarà il bisogno. Inoltre molto dipenderà dal risultato dell'andata perché al ritorno al San Paolo non dovrebbe, sulla carta, esserci storia.

 ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Mattia Di Gennaro