Primavera, Gaetano spinge gli azzurrini a quattro lunghezze dai play-off

Il Napoli torna al successo dopo due mesi, batte 3-2 il Palermo, si porta a sette punti di vantaggio sulla zona play-out, resta a quattro lunghezze dai play-off

 
Primavera

LUNEDÌ 11 FEBBRAIO 2019 ORE 9:39

FRATTAMAGGIORE - La ritrovata vittoria non consola la rabbia di Roberto Baronio: «Non è possibile fare tre gol nel primo tempo e poi vincere solo grazie alla fortuna». Il Napoli torna al successo dopo due mesi, batte 3-2 il Palermo, si porta a sette punti di vantaggio sulla zona play-out, resta a quattro lunghezze dai play-off, eppure ciò che resta, al termine dell'incontro, è un senso d'amarezza che l'allenatore azzurro fatica a smaltire: «Sono arrabbiato, non possiamo dominare e poi rischiare di pareggiarla con tre gol di vantaggio». Questione di dettagli, di concentrazione, di spirito. L'analisi tattica, le qualità tecniche, il talento dei singoli sono elementi secondari rispetto ad uno spirito collettivo che, secondo Baronio, dovrà cambiare in vista del futuro. Oltre le analisi, la partita. Che il Napoli vince col brivido dopo due mesi d'astinenza da tre punti. Il ritorno al successo è un valzer di errori, da una parte e dall'altra. Un tempo a testa, cinque gol e tante disattenzioni. Il Napoli parte forte, attacca e segna tre volte in quindici minuti. La sblocca Sgarbi (17') con un bel mancino in area, raddoppia Gaetano (21') su assist dello stesso Sgarbi, poi il capitano con la dieci sulle spalle s'esalta colpendo di testa, su cross preciso di Mezzoni, per la rete del 3-0 alla mezz'ora, la sua nona in campionato e 14ª stagionale.


REDAZIONE