PROMOSSI E BOCCIATI - Ounas spumeggiante, Locatelli non si arrende. Hysaj deludente, Magnani scivola e regala

Ritorna la rubrica di CalcioNapoli1926.it che decreterà i migliori e i peggiori in campo.

 
PROMOSSI E BOCCIATI

LUNEDÌ 14 GENNAIO 2019 ORE 10:16

PROMOSSI E BOCCIATI è la rubrica di CalcioNapoli1926.it che avrà il compito di valutare, di partita in partita, il lavoro svolto da due calciatori per squadra e decretare i migliori e i peggiori in campo analizzando il rendimento personale, l'apporto alla squadra e l'incisività sulla gara e sul risultato finale.

Il Napoli batte il Sassuolo e si aggiudica i quarti di finale di Coppa Italia dopo una partita non troppo difficile ma con più insidie nascoste. Gli azzurri sono partiti subito molto bene, pericolosi sin dall'inizio contro una squadra ben organizzata e compatta. Ci ha pensato Arek Milik a sbloccare il match e Fabiàn Ruiz a chiuderlo a fine gara. Ai quarti si affronterà il Milan degli ex Reina, Strinic e Higuain.


PROMOSSI: Ounas, Locatelli

BOCCIATI: Hysaj, Magnani

OUNAS - L'algerino contro il Sassuolo sente sempre sensazioni positive. In campionato regalò un gol spettacolare che aprì le marcature e ieri sera ha dimostrato tanto talento che garantisce imprevedibilità, colpi nascosti e pericolo per le difese avversarie. Entra benissimo in partita, dribbla i difensori neroverdi con nonchalance ed entra nel primo gol del Napoli con un velocissimo doppio uno-due con Insigne.

LOCATELLI - Il centrocampista ex Milan è il più pericoloso e ordinato dei suoi. A centrocampo inventa e rompe il gioco del Napoli, sa essere pericoloso con i vari inserimenti e da uno di questi troverebbe anche il gol del pareggio, salvo poi doversi confrontare con il VAR che lo annulla a causa di un tocco di mano di Berardi.

HYSAJ - È irriconoscibile, ormai la mente è lontana da Napoli, forse in Inghilterra da Maurizio Sarri con cui ha sempre disputato ottime stagioni. Non si è assolutamente inserito nel nuovo Napoli di Ancelotti con gli schemi difensivi né è mai pericoloso in attacco. Regala il gol del pareggio al Sassuolo, poi è salvato dall'arbitro ma la sua prova è tra le peggiori. Hysaj-Napoli: pezzi di puzzle diversi.

MAGNANI - La giovane età non gli permette di affrontare a viso aperto un Napoli troppo più grande di lui. Troppi svarioni difensivi per un ragazzo che stava facendo vedere ottime cose durante il campionato. Purtroppo, per lui e per De Zerbi, non è il Magnani visto fino ad ora. Nel finale regala anche il 2-0 al Napoli, scivolando in area di rigore con Milik e Fabiàn lì appostati.

Di Salvatore Amoroso

©RIPRODUZIONE RISERVATA