De Giovanni: "Siamo realisti, il Napoli non acquista con contratti faraonici. Ecco cosa serve"

Il giornalista e scrittore Maurizio De Giovanni ha parlato ai microfoni di napoli Magazione Live

 
De Giovanni

VENERDÌ 11 GENNAIO 2019 ORE 9:24

Il giornalista e scrittore Maurizio De Giovanni ha parlato ai microfoni di Napoli Magazine Live. Ecco le sue dichiarazioni: “Dobbiamo essere realisti e la letterina a Babbo Natale è una cosa mentre la realtà, purtroppo è altro. Il Napoli non compra né ultratrentenni, né giocatori con ingaggi proibitivi per ovvie ragioni contabili. Oggi Cavani costerebbe di ingaggio uno sproposito, quindi è inutile sognare. Certo, sappiamo che il Napoli è l’unica squadre tra le prime 6 della Serie A, che non ha un goleador da 30 reti a stagione, la seconda carenza è la mancanza del regista, con tutto il rispetto per Hamsik, giocatore e uomo straordinario, che però ha caratteristiche incompatibili con il ruolo di play. C’è anche un’altra mancanza nella rosa azzurra ed è quella del difensore destro. Non credo che arriveranno giocatori importanti, così come credo che non partirà nessuno, anche se sarebbe davvero difficile rinunciare a una vagonata di soldi per uno dei top azzurri, ad esempio Allan. Io farei un investimento su Barella che trovo molto interessante e permetterebbe ad Ancelotti di giocare anche con 4 attaccanti. Kouamè non mi entusiasma, dal Genoa prenderei Piatek, ma non sono elementi che ti cambiano la vita e, in ogni caso, sono nomi che si fanno per la prossima stagione, poi se partirà qualcuno, sono sicuro che la società provvederà adeguatamente. Il comportamento di Koulibaly a Milano non è stato all’altezza dell’uomo e del calciatore ed è stato giustamente punito, ma è spaventoso che non si riescano a proteggere dall’inciviltà giocatori di colore. Il rimedio? Interruzione della partita e sconfitta per 3-0 a tavolino per la squadra i cui tifosi si siano macchiati di cori a sfondo razzista, sia in casa che in trasferta”.


REDAZIONE