Ancelotti: "Ghoulam, Meret e Younes alzeranno il livello. Champions? Ci crediamo, ad Anfield senza calcoli"

Carlo Ancelotti è intervenuto in conferenza stampa al termine di Napoli-Frosinone

 
Ancelotti

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa a commento della partita contro il Frosinone: "Oggi abbiamo difeso bene, con intensità. Nella prima parte, particolarmente, non abbiamo subito contropiede e non abbiamo concesso nulla. Nel secondo tempo, poi abbiamo fatto bene anche in attacco".

LIVERPOOL - "Lì andremo per fare la nostra partita e sfruttare le qualità che abbiamo. Abbiamo un'immagine positiva dell'andata, quindi cercheremo di fare del nostro meglio. Anche se loro hanno un po' cambiato strategia, andremo ad Anfield senza fare troppi calcoli".

LA ROSA- "La squadra può raggiungere livelli ancora più alti rispetto agli attuali, sfruttando proprio i calciatori che fino ad ora abbiamo utilizzato di meno. Quando lui, Meret e Younes saranno al 100%, potranno far alzare ancora di più il livello".


JUVENTUS - "Mi aspettavo che fossi così forte, è da sette anni che vince e con Ronaldo è ulteriormente migliorata la rosa. Noi dobbiamo stare sul pezzo e dare del filo da torcere. Se poi le vinceranno tutte fino alla fine, gli faremo i complimenti. L'Inter ieri è stata in partita per molto tempo, poi non ce l'ha fatta. Noi pensiamo a noi e a martedì, e vediamo se riusciamo a mettere in pratica i miglioramenti".

OUNAS - "Ha fatto molto bene, la posizione di oggi l'agevola di più. Sono molto contento e il suo gol è stato importante, perché ha chiuso la partita".

CHIEVO - "Cresce il rammarico per quel pareggio, ma oggi l'intensità era diversa per averla sbloccata subito. Per ora stiamo facendo bene, ma possiamo fare ancora meglio. Dobbiamo tenere duro, senza mai pensare ad altro".

OTTAVI DI CHAMPIONS - "Ci crediamo al 100%. La torta complicata è preparata, ora dobbiamo metterci la ciliegina sopra. Siamo pronti e contenti che il pubblico ci creda".

YOUNES/VERDI - "Il tedesco può prendere la posizione di Zielinski o da secondo attaccante, è bravo nell'uno contro uno ed è molto serio e professionale. Un acquisto per gennaio. Verdi, invece, rientra tra 15 giorni".

REDAZIONE