Bucciantini: "L'unica rivale della Juve è il Napoli. Il Liverpool può essere colpito"

Bucciantini: "L'unica rivale della Juve è il Napoli. Il Liverpool può essere colpito" ecco quanto dichiarato

 
Bucciantini

In diretta a “Un Calcio alla Radio”, trasmissione di Umberto Chiariello in onda sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia, è intervenuto Marco Bucciantini, giornalista di Sky Sport:

JUVENTUS - "Io nella Juventus vedo una superiorità tecnica e persino concettuale. La Juve mette la palla dove va messa. Vedo Cancelo in una fascia che gli è contro natura e mettere una palla dove c’è Mandzukic. Resto convinto che quando la Juventus dispiega, dimostra una forza che si è costruita da sola. È una società che aveva un vantaggio infrastrutturale sul quale ha saputo investire, ma quella prime Juve aveva Giaccherini sull’esterno e Matri che ha fatto 10 gol e Pirlo a centrocampo che è stato pagato a 0"

INTER - "L’Inter ieri aveva messo in difficoltà la Juventus. Gagliardini? Devi creare delle zone di vantaggio. L’Inter aveva trovato quella centrale, ma la Juve era più piena. Spalletti contro la Juve perde lucidità? Un po’ si spaventa. Santon-Icardi è simile a Borja Valero-Politano"


CAMPIONATO - "Ancora aperto? Penso che l’anno scorso ci fu il Napoli, però l’anno scorso c’erano 4 squadre. È il Napoli la rivale della Juventus. L’Inter è migliorata molto e farà meglio dell’anno scorso, ma l’unica rivale della Juve in campo è il Napoli. È il Napoli che deve far sentire la Juve minacciata. In campo si va per esprimere il meglio. La Juve perché vince queste partite perché ha sicurezze. Come si minano queste certezze? Serve competitività da parte delle altre. L’ Inter ieri ha fatto un buon primo tempo e fa quel cambio lì, che la spaventa. Magari togli Politano, ma metti Keita"

LIVERPOOL - "Pensate prima al Frosinone. Magari ci sta già pensando, ma il Napoli deve arrivare sereno. Per il Liverpool sarà più difficile. Il Liverpool ha comprato per vincere qualcosa. Ha comprato Keita, Alisson e Van Djck. È partito con ambizioni massimo e ha perso con tutte le avversarie del girone, per loro è disperata la partita. Noi siamo in difficoltà perché il Napoli non ha un passato sereno in Champions, però il Napoli deve fare una partita come se fosse secondo e il Liverpool primo. L’unico modo per snaturare il Liverpool è farli giocare il meno possibile. Il Napoli facendo il Napoli ha dimostrato al Liverpool di essere l’avversario ideale per mettere in difficoltà il Liverpool”.

REDAZIONE