Zielinski: "Ottavi di Champions possibili, non possiamo sbagliare più. Tornerò ai miei livelli, Ancelotti..."

Piotr Zielinski, centrocampista polacco del Napoli, è intervenuto in diretta alla radio ufficiale azzurra

 
Zielinski

Piotr Zielinski, centrocampista del Napoli, è intervenuto in diretta a Radio Kiss Kiss Napoli: "Sicuramente non è facile per nessuno vincere a Bergamo, ma meritiamo questa vittoria. Abbiamo sofferto e contro di noi giocano sempre bene. Sono contento per il gol di Milik, lo meritava. Tre punti pesantissimi e importantissimi, perché siamo ancora in lotta per obiettivi più importanti. Poi per Milik era molto importante segnare e sono contento che l'abbia fatto in un momento difficile per la squadra".

NAPOLI CRESCIUTO - "Stiamo maturando. Aldilà degli errori nel primo tempo contro l'Atalanta, dove loro hanno creato varie situazioni, siamo stati bravi a soffrire e portare punti a casa".

FROSINONE - "Abbiamo già sbagliato contro il Chievo, dove non potevamo perdere punti importanti. Sabato arriva una squadra che ci farà fare una partita difficile, mettendosi dietro. Dobbiamo entrare in gara con l'atteggiamento giusto e la voglia di risultato".


VITA A NAPOLI - "Sono felicissimo di stare qua a Napoli. Ultimamente non sto vivendo un periodo molto positivo, ma spero che sia già finito. Io cerco di fare di tutto per migliorare e presto tornerò a giocare ai miei livelli".

CHAMPIONS LEAGUE - "Noi vogliamo vincere sempre, contro chiunque vogliamo fare la nostra partita. Sarà difficile, ma siamo in una buona posizione. Ci penseremo dopo il Frosinone, partita che non possiamo sbagliare. Abbiamo fatto un grandissimo girone: una delle rivali l'anno scorso ha giocato la finale, e il PSG ha speso tanto per comprare i migliori calciatori al mondo. Abbiamo giocato benissimo con entrambe, ad Anfield sarà difficile ma, se giochiamo come sappiamo, possiamo passare il turno".

ANCELOTTI - "Lavorare con lui, un campione che ha vinto tutto, è una grandissima cosa. Ha ancora voglia di fare qualcosa di bello e importante. Spero che siamo sulla strada giusta, andiamo tutti d'accordo con lui. Sappiamo cos'ha fatto da calciatore e allenatore, possiamo solo apprendere tantissimo da lui. E' una persona speciale, che parla con tutti e non sottovaluta nessuno".

SGAMBETTO ALLA JUVENTUS - "Noi non molliamo niente, poi guardiamo a noi stessi, a vincere più partite possibile. Poi vediamo cosa accade alla fine. Ora anche loro hanno un calendario un po' più difficile e possiamo accorciare un po'".

POLONIA - "La Nazionale ancora non sa quanto davvero sia forte. Abbiamo giocatori forti, speriamo che faremo ancora meglio. Ci tocca giocare, e vogliamo rendere felici anche i tifosi polacchi e poi andiamo agli Europei".

MATRIMONIO - "Mi sposo a giugno, ma il giorno ancora non l'abbiamo scelto. Non so ancora di preciso, non il 15. Sposo a giugno e scudetto a maggio e papà a marzo? Sì, firmo il triplete".

REDAZIONE