Calaiò: "Fa male stare fermo e guardare dalla tv, ha sofferto anche la mia famiglia. Voglio tornare!"

Calaiò: "Fa male stare fermo e guardare dalla tv, ha sofferto anche la mia famiglia. Voglio tornare!".

 
Calaiò

Emanuele Calaiò, attaccante del Parma, ha raccontato il suo periodo di squalifica ai microfoni di Tuttosport:

"Sto vivendo male questa squalifica perché so che devo stare fermo 5 mesi per qualcosa che non ho fatto, in più ho la coscienza a posto. La prendo come se avessi un infortunio di cinque mesi. Però mi aiuta pensare a gennaio, immaginare come sarà ritornare a giocare. Non mi sta bene di passare per un criminale a causa di un’ingenuità. Non sono mai stato un criminale, non sono mai stato coinvolto in brutte storie, mai. Nemmeno in un processo. Invece sono finito in prima pagina come un criminale. La cosa più dura è stata dovermi giustificare con i miei figli a causa del chiacchiericcio che si crea".
REDAZIONE

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti