Partono i Mondiali senza l'Italia, ma con cinque azzurri

 
Mondiali

Che tristezza. Che vergogna. Un senso di imbarazzo, di dispiacere profondo nel giorno in cui cominciano i campionati del Mondo. La festa più bella per chi ama il calcio. Il campionato più atteso, l’appuntamento dell’estate che si aspetta per quattro anni. Proprio perché così atteso è il torneo di calcio che meglio appassiona i tifosi, anche quelli meno appassionati. Donne, bambini, tutti amano i Mondiali. La sfida tra nazioni per il trofeo più prestigioso, l’apice calcistico per ogni calciatore o allenatore. Oggi cominciano i Mondiali in Russia e non ci sarà l’Italia: bruttissimo. Dopo 58 anni non si saprà per chi tifare. I napoletani potranno “consolarsi” supportando i cinque giocatori del Napoli (sei contando l’ormai ex Reina) che con le loro nazionali da oggi disputeranno i Mondiali.



I NAPOLETANI. C’è Koulibaly con il suo Senegal, titolare inamovibile. Dries Mertens sarà uno degli attaccanti del Belgio, anche se non ha il posto assicurato. Mario Rui debutta col Portogallo, ma dovrà accontentarsi della panchina. Due i calciatori del Napoli con la Polonia: Piotr Zielinski è sicuramente titolare, Milik dovrà sgomitare e contendere la maglia a Lewandowski, ammesso che qualche volta non possano giocare insieme. Tra questi c’è anche Pepe Reina, che sarà il vice portiere della Spagna, ma che dal 1 luglio sarà un giocatore del Milan. Il Roma.

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti