Sirigu, l'ex compagno Benussi: "E' il portiere ideale per Napoli. Verdi meritava questa chance"

Francesco Benussi, ex compagno di Salvatore Sirigu, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul calciatore

 
Sirigu

GIOVEDÌ 14 GIUGNO 2018 ORE 10:43

Francesco Benussi, ex compagno di Salvatore Sirigu, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul calciatore durante un'intervista rilasciata al quotidiano Il Roma.

"Sono molto legato a Sirigu, l'ho conosciuto a Venezia e poi grazie a lui sono stato scelto dal Palermo per fargli da dodicesimo. Sarei felicissimo se vestisse la maglia del Napoli.

Su Sirigu e il Napoli: Napoli è una piazza importante, esigenze, difficile. Ma so che Sirigu ha tutte queste caratteristiche e quindi sì, può rappresentare il portiere ideale. Sirigu è italiano, conosce bene il nostro campionato, ha fatto diverse esperienze nel corso della sua carriera e quella al Psg l'ha arricchito, facendogli fare il definitivo salto di qualità. Aver già lavorato con Ancelotti può essere un grosso vantaggio.


Sulle qualità tecniche: Parto da un presupposto: a trentuno anni un portiere è nel pieno della propria maturità. Sirigu è completo in tutto: magari coi piedi non è forte come Reina, anche se sa usarli molto bene, ma a differenza dello spagnolo è più completo come bagaglio tecnico. Sirigu assicurerebbe un rendimento costante, dettaglio fondamentale per una big come il Napoli. In questi anni è cresciuto tanto e dal punto di vista mentale è affidabilissimo: non giochi al Psg per così tanti anni se non sai reggere determinate pressioni.

Sul giovane Meret: A differenza di Sirigu si notava subito fosse un talento. Il primo è diventato fortissimo nel tempo, imparando tanto dai vari preparatori che lo hanno seguito; il secondo aveva grandi colpi sin da piccolo ed ora sta dimostrando di essere molto valido. Peccato che qualche infortunio di troppo l'abbia recentemente frenato.

Un consiglio per Meret: Personalmente deve cercare di essere protagonista almeno per un'altra stagione in Serie A. In questo momento Meret non può restar fermo, anche se in una grande squadra.

Su Verdi: Era reduce dalla Primavera del Milan ma, nonostante l'età, si percepiva già la sua forza. Aveva grandi colpi e per il Napoli si tratta di un grande acquisto. Verdi è un attaccante completo che può giocare in più ruoli. Ha forza nelle gambe e una struttura fisica imponente, oltre al pregio di saper calciare con entrambi i piedi: ciò vuol dire essere imprevedibile al momento di tirare o tentare un dribbling. Meritava una chance in una grande squadra".


REDAZIONE