Napoli, Sarri: "Il primo giorno erano tristi poi...". Il tecnico esalta i suoi e poi parla con ADL

Maurizio Sarri ha esaltato i suoi giocatori e si è poi appartato per parlare con il presidente del Napoli

 
Napoli

La cena di fine stagione è stata un gran successo soprattutto per il buon umore dei presenti ed anche il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, si è lasciato particolarmente andare. Il tecnico del Napoli alla precisa domanda di Aurelio De Laurentiis ("Come hai fatto in tre anni a creare un gruppo così?") ha, infatti risposto: "Li ho fatti divertire, il primo giorno erano tristi, poi ci siamo organizzati...".

Intanto, l'edizione odierna de Il Mattino ha analizzato e raccolto i momenti salienti di una serata a tinte azzurre.

La cena ha inizio attorno alle 20, con i giocatori musulmani (Diawara, Machach) unici autorizzati ad arrivare più tardi perché in pieno Ramadan che è iniziato proprio mercoledì sera. De Laurentiis stranamente arriva dopo i giocatori: di solito anticipa il suo arrivo, proprio perché ha piacere ad accogliere a uno a uno i suoi atleti. I tifosi invocano i nomi di tutti, mano mano che arrivano. Sono un centinaio gli ospiti a Villa D'Angelo Santa Caterina, la tradizionale e spettacolare location di via Aniello Falcone che organizza da anni questo evento: c'è il premio Champions da 3 milioni - che il presidente annuncia ufficialmente nel corso del suo discorso - che la squadra ma anche tutto il resto dello staff si dividerà come regalo della società per la qualificazione alla più importante manifestazione continentale per la terza volta consecutiva. Ma De Laurentiis ha voluto fare omaggio di un album con decine e decine di foto ricordo di questa annata che è stata storica, per numero di punti conquistati e per lo scudetto sfiorato, ma anche di un maxi-poster con l'immagine caricatura di ognuno dei protagonisti di questa stagione.


C'è anche Yolanda, la moglie di Pepe Reina: qui si consumò lo strappo lo scorso anno col portiere spagnolo per la battuta di De Laurentiis sulle sua abitudini. Alle 21,30 Mario Rui viene raggiunto dalla notizia della convocazione ai Mondiali di Russia (nella lista c'è anche Rui Patricio): si alzano in alto i calici per il brindisi mentre il portoghese non riesce a trattenere le lacrime. Sarri e De Laurentiis a fine serata, quando comincia l'assaggio del torta, iniziano a parlare. Qualcuno spera in una svolta. Ma dura tutto una manciata di minuti. Poi il patron va via e dopo dieci minuti, più o meno verso le 23, anche l'allenatore.

REDAZIONE

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti