Zoff: "Buffon non ha smesso. Sarri? Deve vincere"

 
Zoff

Per commentare l'addio di Buffon alla Juventus, su RMC Sport, durante 'Maracanà', è intervenuto Dino Zoff, portiere Campione del Mondo con l'Italia nell'82:

Un saluto alla carriera di Buffon:

"È stato uno dei più grandi, la sua carriera è stata splendida. Anche se non è che ha detto ancora basta, quindi bisogna aspettare a dare dei giudizi".

Avrebbe meritato di vincere il Pallone d'Oro?

"Anche io sono arrivato secondo, ma non mi sono mai lamentato perchè l'ha vinto Cruijff. Buffon ha fatto bene, ma fin quando ci sono dei mostri come Messi e Ronaldo è difficile vincerlo. Magari in qualche altro periodo sarebbe potuto capitare, ma in questi anni no, loro sono dei fenomeni".

Szczesny e Donnarumma sono pronti per raccogliere l'eredità di Buffon?

"Sembra di sì, hanno tutte le qualità per farlo, possono dare delle garanzie. In Nazionale Donnarumma ha anche un po' di concorrenza".


Perin dovrebbe andare a giocare o accettare di fare il secondo alla Juventus?

"Io preferisco sempre che un portiere giochi, ma è un mio modo di pensare. Non voglio giudicare nessuno".

Domenica ci sarà Lazio-Inter..

"La Lazio è favorita, anche se ha qualche defezione. Sarà una partita strana, può succedere di tutto. De Vrij? Inzaghi farà la scelta migliore, conosce bene il giocatore".

Un giudizio su Sarri:

"Sarri non ha mai dimostrato di avere dei limiti, la squadra ha giocato bene, non mi sento di fare critiche al tecnico toscano. Per me il calcio è uno sport ma è anche uno spettacolo: prediligo il calcio di chi vince. Lo sport prevede di superare l'avversario e per me un calcio non deve essere solo bello. Se il Napoli rimane tale ha tutte le potenzialità per essere la contendente numero uno per lo Scudetto". Tmw.