Mancini: “Ragionando da ct sospenderei il campionato. Zaniolo può diventare straordinario”

Mancini: “Ragionando da ct sospenderei il campionato. Zaniolo può diventare straordinario”

di Mattia Fele
Inghilterra Italia

Roberto Mancini, ct della Nazionale italiana di calcio, ha parlato ai microfoni di RomaRadio. Il suo intervento si è soffermato su diversi punti, in particolare sul futuro della Serie A, piombata in un caos totale, e su Nicolò Zaniolo, giovane della Roma oggi infortunato. Il calciatore si sta allenando molto in casa individualmente e si farà trovare pronto per gli europei 2021, ai quali Mancini guarda con entusiasmo ed ottimismo. Molti giocatori infatti, secondo il tecnico, in quest’anno avranno la possibilità di migliorare anche di più ed essere ancora più decisivi nella competizione dell’anno prossimo. Tra questi proprio Zaniolo, che avrà anche modo di recuperare pienamente dall’infortunio.

 

Le parole del ct Mancini

 

Inghilterra Italia
Roberto Mancini (Photo by Getty Images)

 

“Tutto mi sembra piombato in un enorme caos. Da Ct spererei che si finisse qui, perché poi all’anno prossimo i giocatori arriverebbero molto stanchi, vista la mole di partite da dover giocare. Però in realtà la mia speranza è che si riprenda, da amante del calcio.

In questi mesi avremmo dovuto giocare amichevoli importanti contro Germania ed Inghilterra. Ora avremmo invece iniziato il ritiro per gli Europei. Avevamo preso un’ottima scia, potevamo fare cose importanti, e invece ora ci ritroveremo a settembre senza vederci per un anno. Non sarà facile, sarà molto diverso perché noi stavamo costruendo ed eravamo ad un ottimo punto. Però c’è da dire che per alcuni questo anno non può che far bene, perché accumuleranno altra esperienza. Ce la saremmo giocata con tutte le squadre, di questo sono certo. Anche la Francia, campione del mondo, avrebbe avuto difficoltà a batterci.

La ripresa con il Covid-19 mi sembra difficile, però va detto che non ci sono stati molti giocatori infettati. Questo per me significa che all’aperto giocando non è così immediato infettarci. Io spero che scompaia tutto, anche le mascherine. Il calcio senza pubblico è davvero un altro calcio, molto particolare.

E su Zaniolo

Zaniolo è giovane, guai a far ricadere su di lui un qualche peso. Gioca in Serie A da pochissimo, deve diventare più esperto, trovare un ruolo fisso che ancora non ha. Può farne 2 o 3 ma deve trovare quello in cui esprimersi al meglio, e questo può essere anche un vantaggio ovviamente. Lui fa parte di quei giocatori giovani che con un altro anno potrà migliorare, recupererà dall’infortunio. È un giocatore forte fisicamente e tecnicamente, ha un gran sinistro. Quindi io penso che lui possa diventare un giocatore straordinario. Per diventarlo dovrà condurre anche una vita seria da professionista”.

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy