Serie A Inter, Marotta: «Icardi? Spero prevalga il buon senso»

 

15:05 - VENERDÌ 15 MARZO 2019

TORINO - "Non ci sono novità: di questo caso sappiamo tutto e io sono sempre ottimista". Beppe Marotta, ad dell'Inter, ha parlato così del caso Icardi a margine di un convegno sulle seconde squadre ospitato dall'Allianz Stadium di Torino: "Spero che prevalga il buon senso e di conseguenza che più avanti si possa arrivare ad essere soddisfatti". Di attualità, anche l'eliminazione in Europa League: "Non c'entra nulla l'allenatore: le difficoltà nascono indipendemente dal nome del tecnico. Spalletti sta guidando la squadra nel migliore dei modi, con lui dobbiamo arrivare a questo traguardo importante". "C'è amarezza per la sconfitta di ieri, che non porta l'alibi delle assenze, nove su 23 elementi, ma pensiamo al futuro che si chiama Milan. Bisogna tirare fuori l'orgoglio per raggiungere obiettivi importanti, anche se non sarà una partita determinante o decisiva. L'obiettivo non può che essere il quarto posto. Non sarà facile, ma siamo in grado di poterlo raggiungere".


LE SECONDE SQUADRE - Sull'argomento del convegno, Marotta la vede così: "Credo la seconda squadra sia importante per i grandi club, non solo per la crescita dei giocatori, ma anche dei formatori. Favorisce la possibilità che un allenatore delle cantere possa allenare la prima squadra, come Guardiola. Diventa un contenitore di crescita per il sistema in generale. C'è la necessità di collocare la seconda squadra all'interno del nostro sistema, abbiamo individuato nella Lega Pro il campionato di riferimento, ma sono sicuro che il presidente Gravina quanto prima cercherà di creare un tavolo in cui entrare nello specifico". Corriere dello Sport.