Allegri: «Sul razzismo ci si riempie la bocca di slogan»

 

12:33 - VENERDÌ 11 GENNAIO 2019

TORINO - «La Coppa Italia è un obiettivo come la Supercoppa». Guai a sottovalutare il Bologna. Massimiliano Allegri indica la via alla squadra alla vigilia degli ottavi di finale contro i rossoblù: «Giochiamo una sfida secca, senza possibilità di replica, contro un Bologna che vorrà dare il massimo. Da domani al – speriamo – 1 giugno ci giochiamo la stagione. Quindi dovremo giocare una partita seria». Il tecnico bianconero punta su Paulo Dybala: «Da lui mi aspetto un’ottima prestazione come d’altronde ha fatto finora. È molto utile a cucire il gioco. Kean e Spinazzola potrebbero giocare dall’inizio, qualcuno giocherà un tempo, i cambi saranno importanti sperando di chiuderla in 90 minuti – ha detto in conferenza stampa -. A destra giocherà De Sciglio. Cancelo? Rientra in Supercoppa. Bonucci ci sarà, su Pjanic vedremo».


RAZZISMO - «Quali sono le novità sul problema degli stadi? Hanno detto le solite robe per riempirsi la bocca». Dura presa di posizione del tecnico della Juventus sulla possibilità di fermare le partite in caso di razzismo sugli spalti. «Non bisogna spaccare l'atomo: ci sono strumenti capaci di andare a prendere chi si comporta male. Se non sbaglio e se non ho cattiva memoria, chi tirò la banana a Sterling non può più entrare negli stadi. In Italia hanno paura di prendere decisioni importanti, perché impopolari».

segue servizio completo Corriere dello Sport.