CDS - Napoli alla ricerca del gol perduto

Dopo la delusione di Coppa Italia è necessaria una reazione immediata. Una vittoria, certo, a maggior ragione dopo la pesante sconfitta dell’andata a Marassi, tutto sommato l’origine dell’idea tattica che Carletto ha sposato e continuerà a portare avanti (parole sue). La formazione, invece, cambierà ancora, come sempre, fermo restando la squalifica di Fabián e la valutazione delle condizioni di Albiol e Hysaj, non convocati per la seconda trasferta di Milano per problematiche fisiche comunque risolvibili. A centrocampo, Hamsik va verso il rientro dal primo minuto. Un rebus l’attacco: dove, a prescindere, dagli interpreti occorre al volo una svolta.

L’ATTACCO. Milik a parte, a secco nelle ultime due gare ma comunque reduce da un periodo di grande incisività, la confidenza con la porta di Insigne e Mertens non è ai massimi storici. Tutt’altro. E se in campionato Dries s’è sbloccato con il Bologna, dopo un lungo periodo di digiuno, Lorenzino in A non segna dal 2 novembre con l’Empoli. Dieci partite (due saltate per squalifica): un’eternità, per uno come lui. Ancelotti riflette e rifletterà su chi schierare sabato con la Samp, anche perché ieri il gruppo ha svolto il classico scarico post partita, però l’idea è che probabilmente Arek possa anche usufruire di un turno di riposo, considerando che in due settimane ne ha messe insieme quattro: Sassuolo, Lazio e doppio Milan.

DIFESA E CENTROCAMPO. In mediana, con Ruiz squalificato, la coppia centrale potrebbe essere composta da Allan e Hamsik, al rientro dopo un’assenza prolungata sin dal 26 dicembre. Con loro, Callejon a destra e un grande dubbio a sinistra: Zielinski o Verdi. Tutto da valutare fino a domani, soprattutto la difesa: Hysaj, reduce da un colpo, oggi dovrebbe riprendere a lavorare regolarmente insieme con il gruppo, mentre Albiol, in miglioramento, è sempre alle prese con qualche problemino a un ginocchio.

CDS
REDAZIONE

1 Napoli1