In Qatar morti oltre 6.500 lavoratori immigrati dopo l’assegnazione dei Mondiali

di Giovanni Montuori
qatar

Oltre 6.500 lavoratori immigrati da India, Pakistan, Nepal, Bangladesh e Sri Lanka sono morti in Qatar. La notizia la riporta il The Guardian che afferma che in 10 anni, ovvero da quando il paese è stato selezionato per ospitare i Mondiali, sarebbero morti migliaia di lavoratori immigrati. Il quotidiano inglese cita dati di fonti governative. Il motivo di queste morti potrebbe essere la campagna di costruzione senza precedenti intrapresa dal Qatar per preparare l’evento sportivo previsto per il 2022.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NEWS SUL NAPOLI

Mondiali Qatar, morti circa 6.500 lavoratori

In Qatar sono stati realizzati sette nuovi stadi, un nuovo aeroporto, varie strade, un sistema di infrastrutture per il trasporto pubblico, vari hotel e una cittadella che ospiterà la finale dei Mondiali. I dati raccolti dal The Guardian non specificano le mansioni o il luogo di lavoro degli immigrati morti, ma secondo le fonti citate dal quotidiano inglese è possibile che molti dei lavoratori deceduti fossero impiegati nella costruzione di nuove infrastrutture in vista della torneo in programma nel 2022.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy