Sarri: "Oggi spegnete la TV, tanto la Juventus vince"

Sarri: "Oggi spegnete la TV, tanto la Juventus vince", i dettagli all'interno

 
sarri

C’e' il sole a Castel Volturno, ma per Sarri e' inverno pieno, freddo, buio. L’uomo e' offeso, ha l’aria di quello che fa fatica a comprendere quello che ha dovuto leggere nelle ultime ore. «Io sessista? Ma e' uno scherzo?», ripete ai fedelissimi dello staff. Non ha gradito, e' chiaro, quello che è€ successo: «Il clima e' questo», borbotta Sarri. «Tanto vengo criticato per tutto cio' che faccio, anche quando scherzo», lo sfogo seccato del tecnico che col suo gioco ha rivoluzionato il calcio italiano. Ed e' forse questo che nessuno manda giu'. Qualcuno la butta sull’ironia: «Fai una cosa, prossima volta rispondi con un sì, un no o non lo so...», come riporta Il Mattino.

Sarri e il discorso sulla Juventus



Alla ripresa degli allenamenti, dopo il giorno di riposo post-Inter, Sarri raduna la squadra attorno a se'. Gli argomenti extra-campo restano fuori dalla riunione tecnica. Stavolta, rispetto alla settimana scorsa, parla solo lui: nessun dibattito, nessuna esigenza di dover far intervenire i big dello spogliatoio. Ieri Albiol, Callejon e gli altri sono stati zitti, al contrario di quello che e' successo dopo la Roma. Solo l’allenatore ha preso la parola. Per pochi minuti: lui e' sempre lì a martellare a piu' non posso: il sorpasso bianconero e' una novita' e allora Sarri ha fatto leva su altro. «Non dobbiamo neppure vedere cosa fa la Juve oggi, spegnete la tv, tanto vince... Pensiamo a vincerle noi tutte e dieci, pensiamo ai 70 punti conquistati fino ad adesso, allo scontro diretto che ci attende tra poco piu' di un mese che e' la grande opportunita' per capovolgere tutto», la sintesi dei suoi dieci minuti.

REDAZIONE

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti