Dalla Spagna – Fabiàn non vuole rinnovare con il Napoli: ora il Real Madrid fa sul serio

Dalla Spagna – Fabiàn non vuole rinnovare con il Napoli: ora il Real Madrid fa sul serio

Fabiàn Ruiz potrebbe non rinnovare il suo contratto con il Napoli e dalla Spagna fanno sapere che il Real Madrid si fionderà sul centrocampista

di Salvatore Amoroso, @sonosal_amoroso

Non rinnoverà con il Napoli e il Real Madrid è pronto all’assalto: è quanto si legge da Cadena Ser, quotidiano spagnolo, sulla situazione di Fabiàn Ruiz. Secondo il giornale, infatti, il centrocampista non rinnoverà con il Napoli e potrebbe far ritorno in Liga, con la squadra di Zinedine Zidane pronta a far di tutto per vestirlo di bianco.

CADENA SER – FABIÀN NON RINNOVA CON IL NAPOLI: C’È IL REAL MADRID

Secondo le informazioni in possesso del Real, infatti, Fabián non avrebbe intenzione di rinnovare il contratto sottoscritto un anno fa, all’arrivo a Napoli. Quindi i blancos potrebbero cominciare le trattative per convincere il club di Aurelio De Laurentiis alla cessione mantenendo la cifra d’acquisto sotto i 100 milioni di euro. Il centrocampista spagnolo non ha nel contratto una clausola rescissoria e la forza del Napoli risiede proprio in questo. Un eventuale rinnovo contrattuale potrebbe far sì che si inserirà una cifra alla portata dei top club europei che non ci penseranno su più di tanto per accaparrarsi un campione.

LEGGI ANCHE – ANCELOTTI VERSO L’ESONERO: PRONTO GATTUSO

Napoli Ancelotti
(Photo by Getty Images)

Napoli, i calciatori volevano disertare il ritiro?

“E’ il momento della resa dei conti. Carlo Ancelotti l’ha detto, a brutto muso, ai suoi calciatori. da domani sera, tutti in ritiro, senza se e senza ma. Un provvedimento, quello adottato dall’allenatore, che non ha ammesso repliche. Stavolta la decisione è stata sua e, volenti o nolenti, l’hanno dovuta accettare. Il malcontento s’è generato in men che non si dica e più di qualche calciatore s’è detto non d’accordo con la scelta del tecnico di andare in ritiro, perché non la ritengono necessaria per rimettere a posto le cose. Il gruppetto è quello solito, formato dagli stessi elementi che il 5 novembre scorso guidarono la squadra alla disobbendienza, a non rispettare l’ordine di Aurelio De Laurentiis che l’avrebbe voluta in ritiro. Il tentativo dei ribelli è stato respinto, in ogni modo, senza possibilità di replica. Nulla hanno potuto i calciatori davanti alla determinazione del tecnico”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. infodeg_5257949 - 3 giorni fa

    Aurè, fà la faccia compunta, e cerca di realizzare il più possibile. Liberati e liberaci da “stu cato ‘e colla” che sta abbindolando mezza Europa, prima che aprano gli occhi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy