Bargiggia: “Ecco perché Milik potrebbe accettare il Marsiglia. Sapete cosa mi ha detto Giuntoli?”

di Giuseppe Canetti
Milik

Paolo Bargiggia, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore” trasmissione in onda su Radio 1 Station, ha parlato delle principali vicende di casa Napoli, soffermandosi in modo particolare sul calciomercato. Il giornalista di Sportitalia ha parlato anche di Maurizio Sarri.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI

Bargiggia: “Vi spiego perché Milik potrebbe andare al Marsiglia”

Milik Inter
(Photo by Getty Images)

Ecco quanto dichiarato da Paolo Bargiggia ai microfoni di Radio 1 Station:

“Siamo a metà del cammino del calciomercato, ma questa sarà un’edizione compressa dalla crisi. Per Malcuit è più probabile il Parma che la Fiorentina, perché i viola puntano su Conti del Milan. Il francese andrebbe a Parma in prestito con diritto di riscatto. Per Ghoulam, ad oggi, ipotizzare un’uscita è prematuro, anche perché viene considerato un ragazzo che fa gruppo”.

“Milik? Non è visto bene dai compagni di squadra. Io ho la sensazione che il polacco sia anche gestito male dagli agenti. C’è ancora la possibilità di tenere viva la trattativa con il Marsiglia. A 10 milioni di euro più bonus si potrebbe chiudere, perché sulla volontà del ragazzo hanno inciso anche le dichiarazioni della federazione polacca che hanno paventato una sua esclusione dall’Europeo nel caso in cui non giochi nella seconda parte di stagione. La prossima settimana potrebbe esserci un dentro o fuori e stanno ancora valutando la formula. Non mi risulta che il Napoli abbia chiesto il 25% sulla potenziale rivendita dell’attaccante, ma sarebbe una scelta intelligente da parte della società azzurra quella di aggiungere questa clausola. Secondo il mio parere è un giocatore che quando ripartirà l’economia sul mercato trasferimenti, lo si potrà rivendere anche a 50 milioni in Premier League”.

“La Juventus ha messo in piedi la trattativa per Scamacca, anche se non ha mai escluso un eventuale arrivo di Milik, però la vedo difficile. Quando si dice ‘vedremo gli ultimi giorni di mercato’ non è una frase fatta”.

Su Nuno Tavares e Nuno Mendes non ho ancora riscontri diretti, ma sono cose che non vengono fatte questa sessione di mercato. C’è da capire come sta procedendo l’operazione Zaccagni. C’è una bassa possibilità che se il Napoli vendesse Malcuit prenderebbe Emerson Palmieri. I partenopei sono convinti che col ritorno di Osimhen e Mertens, torneranno ad essere competitivi, pertanto non pensano di fare molto sul mercato in entrata. Al Napoli manca il Lukaku della situazione, quel giocatore che si alza dalla panchina e ti fa vincere la partita”.

“Oltre alla fase realizzativa, ho delle perplessità sul modulo, anche perché se giochi col centrocampo a due devi avere due animali in mediana. Bakayoko mi sembra compassato come passo, e Fabian è palesemente fuori ruolo. È come mettere Zidane in mediana. Gattuso sta esponendo troppo la squadra, serve un modulo con le linee più vicine. Insomma, dovrebbe ritornare al 4-3-3 che lo ha molto aiutato nella scorsa stagione. Con la Fiorentina vedremo se cambierà modulo. Petagna? È un lusso come terzo attaccante, ma è solo un buon giocatore, non è un Lukaku”.

“Sarri? Non ho grossi riscontri di mercato attorno a lui. È un grande allenatore, ma si è bruciato a livello caratteriale. Infatti, aveva un rapporto pessimo con i senatori prima del Chelsea e poi della Juventus”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy