FOCUS - L'Udinese si presenta al San Paolo con nove sconfitte di fila: vuole scongiurare la decima!

Il FOCUS sull'Udinese di Massimo Oddo, prossimo avversario del Napoli, domani al "San Paolo"

 
Udinese

MARTEDÌ 17 APRILE 2018 15:33

Domani sera per la 33a giornata di serie A, al "San Paolo" va in scena Napoli-Udinese, una delle ultime chiamate per gli azzurri per lo scudetto. Fondamentale la vittoria per rimanere almeno a -6 dalla Juventus, a quattro giorni dallo scontro diretto. L'avversario di turno saranno i friulani di Oddo che sono in piena crisi con nove sconfitte di fila! Tanti gli insuccessi accumulati, con cui la squadra bianconera domani si presenterà al "San Paolo": un avversario ferito è sempre pericoloso. Eppure la stagione dell'Udinese sembrava essere svoltata proprio con l'arrivo di Oddo sulla panchina friulana, dopo l'esonero di Delneri. Debutto coinciso proprio nella gara d'andata, vinta dai partenopei 1-0 grazie ad un rigore, non senza qualche sofferenza di troppo. Dopo quella sconfitta, infatti, i friulani iniziarono una striscia di risultati positivi che li portarono anche a vincere cinque gare consecutive ed attaccarsi al trenino dell'Europa League, al pari di formazioni come Atalanta, Sampdoria, Fiorentina. Poi il black-out, coinciso anche con l'infortunio di Lasagna e di altri uomini chiave, soprattutto a centrocampo. Le nove sconfitte hanno fatto scuotere l'ambiente: i 33 punti sono ancora sufficienti per essere in posizione di galleggiamento, ma è innegabile che un altro paio di vittorie dovranno essere fatte per mettersi al riparo da brutte sorprese.




LA PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) - Bizzarri; Nuytinck, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Balic, Jankto, Alì Adnan; Perica, Maxi Lopez.

UOMO CHIAVE: Barak

Il modulo scelto da Oddo è sempre il 3-5-2. Il giocatore di maggior talento è Antonin Barak, che è esploso quest'anno in maglia bianconera, e su di lui, infatti, ci sono già i top club italiani, tra cui anche il Napoli. La partita di domani sarà un'occasione anche per parlare tra le due dirigenze? Il centrocampo rimane il reparto con più qualità per i friulani con giocatori del calibro di Jankto e Fofana (spesso in ballottaggio tra loro) o il trequartista De Paul, spesso relegato in panchina per favorire un attacco di maggior peso. Lasagna, tornato titolare da due gare e già andato a segno in entrambe le partite, ha avuto un piccolo problema nell'ultima gara e probabilmente non ci sarà. Vantaggio per gli azzurri, che dovranno comunque guardarsi da Maxi Lopez e dal suo partner (Perica o De Paul). Anche dalle fasce possono nascere pericoli con Larsen, Widmer e Adnan.

REDAZIONE - Tony Sarnataro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Potrebbe interessarti anche ...

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti