Serie A Crotone, Nicola: «Sampdoria, partita chiave»

CROTONE - "Non mi concentro su cosa manca o cosa ci è mancanto, piuttosto dobbiamo considerare cosa di buono possiamo fare". Così il tecnico del Crotone, Davide Nicola, in vista della gara contro la Sampdoria: "Oggi è stato uno dei più bei venerdì da quando alleno qui. Ho visto una squadra prepararsi con attenzione maniacale. Mancano poche partite e voglio il massimo da tutti. E sono anche crucciato perchè non voglio distrazioni: non voglio che qualcuno non percepisca che abbiamo la possibilità di fare qualcosa di straordinario".

LA CRESCITA - "Nel percorso di crescita ho sempre detto che in alcuni momenti si poteva fare di più, altri nei quali si raccoglie meno di ciò che si semina. Torino? In altre circostanze avremmo perso: la differenza la fa l'aspetto mentale. Io so benissimo di chiedere molto ai ragazzi, ma per fare carriera serve un atteggiamento mentale straordinario e loro si sono resi conto che a lavorare in un certo modo acquisiscono capacità, si diventa più efficaci. Samp? Riconosco le qualità, sono decimi e hanno grandi giocatori, ha trovato dei giovani non troppo conosciuti che adesso sono sulla bocca di tutti. Noi sappiamo benissimo contro chi andiamo a giocare, consci che dobbiamo lottare contro tutto e tutti e soprattutto contro noi stessi, scendendo in campo con la massima umiltà".

PARTITA CHIAVE - "La partita contro il Torino è passata quasi inosservata, ma è stata molto importante per noi, non vogliamo mollare e restiamo convinti di poter fare qualcosa di straordinario. Abbiamo diimostrato che possiamo stare in questa categoria, ma questo è avvenuto alla fine di un percorso, i ragazzi sono diventati giocatori di Serie A. Ora vedremo se riusciremo a centrare la salvezza. Non dobbiamo mollare mai. io credo che questa sia una partita chiave, per diverse motivi. Ci può permettere di sfruttare un turno difficile per noi e per l'Empoli. Fermo restando che noi dobbiamo ancora incontrare delle squadre che sulla carta possono sembrare impossbili, ma abbiamo visto anche che nuilla è impossiile". Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...