Milan, Berlusconi prepara il calendario dei saluti e l'addio

MILANO - Silvio Berlusconi sarebbe seriamente intenzionato ad abbandonare qualsiasi carica istituzionale nel nuovo Milan che, a meno di clamorosi contrattempi, prenderà vita fra il 1° e il 3 marzo quando è previsto il closing che consegnerà alla Sino Europe-Sports la proprietà del club rossonero dopo poco più di 31 anni di dominio della Famiglia Berlusconi. L’attuale numero 1 rossonero, quindi, potrebbe anche rifiutare la proposta dei nuovi padroni cinesi disposti a concedergli la presidenza onoraria ma senza poteri decisionali e operativi. Un segnale in tal senso arriva da Villa San Martino dove si sta preparando il calendario dei... saluti che Silvio Berlusconi dedicherà a Milanello e a Casa Milan. Tutto questo dovrebbe avvenire entro la fine di febbraio.

MONTELLA - I primi concreti screzi fra Silvio Berlusconi e i suoi successori risalgono all’estate 2016 quando ci furono le prime incomprensioni sul nome del nuovo allenatore. Berlusconi pretendeva la conferma di Brocchi. Galliani puntava su Giampaolo. L’ad in pectore di quei tempi, Gancikoff, impose il nome di Montella. Che era stato difeso e sostenuto dal successore di Gancikoff, Marco Fassone, anche dopo la falsa partenza (3 punti in altrettante partite) in campionato. I recenti malumori presidenziali avrebbero definitivamente incrinato i rapporti fra le parti. Quindi il presidente rossonero starebbe per dare l’addio. Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...